Duotone_Kites_2019_Neo

Kite

Now by Duotone

INVESTIAMO MOLTO TEMPO IN TEST PER ADATTARE I NOSTRI KITE. PORTIAMO OGNI KITE AL PUNTO DOVE POTRA' SODDISFARE QUALSIASI UTENTE.

Kite Duotone

Ogni kite è diverso dall'altro. Ogni minima modifica al profilo di un aquilone può incidere enormemente sulle rispettive caratteristiche di volo. Per tale ragione, esistono notevoli differenze tra i singoli modelli. Quindi, per essere certi di scegliere il kite più adatto al proprio stile, occorre tenere in considerazione alcuni aspetti:

 

In che contesto sarà usato?

Freestyle

I kite da freestyle sono per lo più utilizzati per i salti da sganciati o i kiteloop da agganciati.

Le manovre da sganciati si eseguono scollegando il chicken loop dal trapezio prima di eseguire il salto, che perciò sarà compiuto senza l'ausilio del kite, semplicemente inclinando la tavola sul bordo. I salti da sganciati solitamente vengono effettuati nel wakestyle e spesso sono accompagnati da molteplici rotazioni, ad esempio da handlepass. Per i trick da sganciati il kite deve disporre di un pop e di uno slack adeguati.

Pop

Il pop è il sollevamento ottenuto senza dirigere il kite verso l'alto. I kite da freestyle catapultano il rider fuori dall'acqua non appena la tavola viene inclinata sul bordo.

Slack

Per i salti da sganciati, è importante che il kite non eserciti un tiro eccessivo durante il salto stesso o appena il rider esegue il decollo. Tale condizione è essenziale anche perché in questo modo il kiter può passare la barra dietro la schiena e la riduzione della pressione che si verifica è chiamata slack.

Kiteloop

I kiteloop sono salti solitamente eseguiti con kite più piccoli in condizioni di vento particolarmente forte. Dopo il decollo, l'aquilone viene guidato in un movimento circolare davanti al rider, aumentando ulteriormente l'accelerazione mentre il rider è ancora in volo, per cui questo volerà sottovento per un lungo tratto. Per essere sicuri di riuscire a riportare il kite sopra di sé dopo il loop e con tutto il tempo necessario perché l'aquilone possa assorbire l'atterraggio, è importante che quest'ultimo ruoti molto velocemente e che risponda in maniera adeguata ai comandi.

Di norma, i kite da freestyle presentano una forma a C.

I nostri kite da freestyle:

Freeride

I kite da freeride sono destinati ai rider che eseguono solo salti da agganciati, ad esempio salti alti e manovre "old school". Questi modelli sono particolarmente indicati anche per i kiter che vogliono soltanto navigare e provare qualche manovra o qualche salto ogni tanto.

I kite da freeride presentano le seguenti caratteristiche:

Tempo di volo

Gli aquiloni con un tempo di volo prolungato permettono al rider di rimanere in aria estremamente a lungo durante i salti, offrendo più tempo per completare manovre come rotazioni o board off.

Range di vento

Il range di vento sta a indicare la velocità del vento minima e massima entro le quali un kite può volare. Poiché dispongono di un buon depower, i kite da freeride offrono un range di vento ampio. Di conseguenza, la stessa misura di aquilone può essere usata tanto in presenza di vento leggero (low end) quanto di vento forte (top end).

Capacità di bolina

Poiché durante i salti da agganciati di norma si percorre un lungo tratto sottovento, è importante essere in grado di riprendere rapidamente un'andatura di bolina. In confronto ai modelli da freestyle, i kite da freeride permettono, ad esempio, di assumere un'andatura con un angolo più stretto rispetto al vento.

I nostri kite da freeride:

Foil

Questo termine non sta a indicare i kite da foil, ma piuttosto gli aquiloni con leading edge gonfiabile (aquiloni ILE), ossia kite gonfiabili che possono essere usati con un foil.

 

Capacità di volo con vento leggero

Poiché questi aquiloni sono solitamente usati per volare con venti estremamente leggeri, è importante che siano stabili e facili da controllare anche in queste condizioni (low end). È anche essenziale che offrano un rilancio facilitato in quanto questa operazione è estremamente più difficile quando il vento è minimo.

Wave

I kite da wave sono utilizzati assieme a tavole da surf per navigare sulle onde. A tal fine sono necessarie alcune caratteristiche estremamente specifiche:

 

Drift

Quando si solcano le onde con un kite, è possibile venire trascinati sottovento molto velocemente. Con un modello normale può succedere di far scendere l'aquilone, provocandone lo stallo, ossia causando una perdita di pressione che lo porta a precipitare. I kite da wave sono stati appositamente costruiti per continuare a volare durante queste manovre senza entrare in stallo.

Curvare da depotenziato

Con i kite da wave non sempre il rider vuole essere tirato troppo energicamente dall'aquilone, ecco perché spesso viene depotenziato. Inoltre, in questa disciplina si compiono anche svariate curve (top turn, bottom turn). Il kite deve perciò essere estremamente reattivo e ruotare velocemente durante queste manovre. I kite da wave sono in grado di rispondere e girare rapidamente anche quando si trovano completamente depotenziati.

Livello base

I principianti richiedono un'attrezzatura in grado di soddisfare esigenze altamente specifiche. Necessitano di un kite che tolleri ampiamente gli errori e adatto a seguirli man mano che le abilità progrediscono. L'ideale sarebbe un aquilone capace di supportare il rider dalle prime prove di navigazione fino ai primi salti. Pertanto, le seguenti caratteristiche sono di estrema importanza:

Facilità di rilancio dall'acqua

I principianti, che sono meno abili a manovrare l'aquilone, sono particolarmente suscettibili di farlo precipitare in acqua inavvertitamente. Affinché possano riprendere a esercitarsi velocemente, senza essere trascinati troppo lontano dalla tavola, è importante che il kite possa essere rilanciato rapidamente e agevolmente. Ossia, deve poter essere tirato fuori dall'acqua in breve tempo e con facilità.

Stabilità in aria

I rider meno esperti spesso non dedicano piena attenzione al kite, in quanto sono più concentrati sulla tavola o sulla prossima onda. Di conseguenza, possono verificarsi degli errori di pilotaggio o manovre piuttosto inusuali. Per questa ragione, è importante che il kite sia stabile durante il volo, non entri in stallo e non precipiti al minimo problema.

I nostri kite per livello base:

Che misura di kite usare?

È impossibile dare una risposta generica a questa domanda. I rider più pesanti richiedono kite più grandi rispetto a quelli più leggeri e una tavola più grande necessita di un kite più piccolo rispetto a una di dimensioni ridotte. Inoltre, alcuni kiter amano disporre della massima potenza in modo da poter saltare il più in alto possibile, mentre altri vogliono solo navigare o divertirsi sulle onde, senza che l'aquilone eserciti un tiro particolarmente intenso.

In linea di principio, la gran parte delle condizioni può essere gestita con circa tre kite e un'unica tavola. Perciò, è importante sapere dove si praticherà il kitesurf prima di scegliere la misura dell'aquilone. Ovviamente, nei luoghi in cui il vento è solitamente forte sarà necessario usare un kite piuttosto piccolo. Se invece di norma ci si reca in località meno ventose, occorrerà impiegare un kite più grande.

Un altro aspetto da considerare è il fatto che ogni aquilone presenta un range di vento differente. Inoltre, alcuni kite sono dotati di una trazione maggiore rispetto ad altri. Perciò, per ogni aquilone abbiamo creato una tabella con i range di vento e una funzione di ricerca delle misure, in modo da fornire un'idea di massima delle caratteristiche di ciascun modello.

Come sono fatti i kite?

Forma

La forma di un kite influisce enormemente sulle sue caratteristiche di volo. Di seguito, abbiamo voluto illustrare le forme di kite più comuni, anche se in realtà non è raro che vengano modificate o combinate tra loro.

 

Forma a C

Visti da davanti, questi kite sembrano una "C" e sono dotati di ali con tip completamente squadrati. I C-kite solitamente presentano cinque strut e un quinto cavo portante. Ad esempio, il modello Dice Duotone ha una forma analoga a questa.

Gli aquiloni con forma a C sono adatti a compiere salti potenti e veloci, oltre a manovre da sganciati. Ruotano molto rapidamente ma offrono un range di vento minore e meno depower.

Forma a delta

Visti da davanti, i kite a delta ricordano una "D" e presentano una forma un po' più appiattita rispetto ai C-kite. Sono dotati di un aspect ratio basso e i tip delle ali sono ricurvi all'indietro.

Gli aquiloni a delta offrono capacità di bolina impareggiabili e sono estremamente facili da usare. Il range di vento è ampio e il lancio è reso semplicissimo dai tip ricurvi delle ali. I kite a delta sono l'ideale per il freeride, per condizioni di vento leggerissimo e per le onde, in quando permettono di essere completamente depotenziati spingendo la barra verso l'esterno.

Profilo piatto

Il modello Rebel Duotone è IL kite dal profilo piatto per eccellenza. Come suggerisce il nome, questo aquilone non presenta una forma curva come gli altri.

Ne derivano un tempo di volo prolungato e salti alti, capacità di bolina eccezionali e una generazione di potenza "tira e vai" estremamente agevole. 

Leading edge

La leading edge è il bordo anteriore del kite e normalmente sta a indicare il grande tubo gonfiabile. Inoltre, è l'elemento principale che determina la forma dell'aquilone.

Strut

I kite possono avere un numero diverso di strut. Quanto minore, tanto più semplice sarà far ruotare l'aquilone. Diversamente, i kite con un numero maggiore di strut offrono una stabilità più elevata in aria, per cui dispongono di un range di vento più ampio. Tuttavia, questa caratteristica li rende anche più pesanti.

 

Strut singolo

I kite con un unico strut, come il modello Mono Duotone, assicurano prestazioni eccezionali con vento leggero e al contempo sono grandiosi per la navigazione. Grazie al peso ridotto, quando il vento scarseggia questo tipo di aquilone fa volare il kiter prima di chiunque altro. 

Tre strut

Da anni, i kite a tre strut godono di un successo crescente, sia per il freestyle che per il wave. Il peso ridotto permette a questi modelli di offrire buone prestazioni con vento leggero, fornendo al contempo una sensazione di guida diretta e precisa grazie al profilo robusto. Gli aquiloni di questo tipo curvano molto velocemente e la barra risponde con estrema affidabilità e reattività.

Cinque strut

Sin dagli esordi di questo sport, i cinque strut rappresentano la costruzione classica per i kite. Sono l’elemento chiave per un depower enorme, un tempo di volo prolungato e fluidità, anche in presenza di forti raffiche di vento. L'aquilone continua a rispondere rapidamente agli input del kiter anche quando è depotenziato completamente.

Quinto cavo

Il quinto cavo scorre tra le due linee di potenza ed è attaccato al centro della leading edge. Fatta eccezione per il modello Vegas Duotone, il quinto cavo è un accessorio opzionale per tutti i nostri kite. Per il quinto cavo si opera una distinzione tra "non portante" e "portante".

L’aggiunta di questo componente aumenta la sicurezza in quanto il kite cessa completamente di tirare il rider non appena viene attivato lo sgancio rapido. Al contempo, rende molto più semplice il rilancio degli aquiloni grandi quando il vento scarseggia. Tuttavia, può accadere che i rider inesperti lo tirino con forza eccessiva durante il rilancio del kite, portando quest'ultimo a compiere un'inversione.

Briglie

Le briglie sono linee utilizzate per collegare le linee di potenza della barra al kite. Solitamente sono suddivise in diverse linee per garantire una distribuzione uniforme della potenza sull'aquilone. In alcuni casi, le briglie sono anche dotate di pulegge, rotelle mobili situate sulle stesse che influenzano la risposta del kite ai comandi.

I kite possono essere usati con qualunque barra?

Un gran numero di kite può essere utilizzato con una gran varietà di barre. Tuttavia, sarebbe difficile stilare una lista esatta in quanto annualmente ogni produttore può apportare delle modifiche alle proprie linee in termini di coordinamento dei prodotti. Per garantire i massimi livelli di comfort e sicurezza, si raccomanda perciò di usare sempre kite e barre dello stesso costruttore.

Come fanno a volare i kite?

I kite volano proprio come gli aerei, grazie al profilo aerodinamico.

Gli aquiloni volano quando la spinta verso l'alto è identica al rispettivo peso e iniziano a tirare non appena questa aumenta.

Man mano che l'aria scorre sul profilo aerodinamico, la sua velocità cambia. È più lenta sul bordo anteriore e più veloce sulla sezione più ampia del profilo. Il flusso d'aria rallenta fino a raggiungere una velocità pari a 0 sul bordo posteriore.

Con un profilo simmetrico e l'assenza di un angolo di attacco, l'aria fluisce sulla superficie superiore e inferiore alla stessa velocità in quanto non è presente una differenza di pressione. Di conseguenza, il profilo aerodinamico non genera una spinta verso l'alto.

Aumentando invece l'angolo tra il flusso d'aria e il profilo (angolo di attacco) si ottiene una differenza di pressione tra i due lati. La spinta verso l'alto complessiva è data dalla spinta sul lato superiore meno la spinta su quello inferiore.

I fattori che influenzano la spinta verso l'alto:

Densità dell'aria

Un kite che vola con la stessa velocità del vento ma con una diversa densità dell'aria presenterà un tiro diverso. Quando il kite è colpito da aria con un numero di particelle maggiore (aria fredda), la spinta verso l'alto aumenta.

Area della superficie

Quanto maggiore l'area della superficie, tanto più elevati saranno la spinta verso l'alto e il tiro.

Velocità

Velocità del vento o di volo maggiori producono una spinta verso l'alto più elevata.

Aspect ratio

Quanto maggiore questo rapporto, tanto più elevata sarà la spinta verso l'alto.

Angolo di attacco

Dipende dal profilo aerodinamico in questione.

Aspect ratio

Il rapporto tra l'area della superficie e la lunghezza è detto aspect ratio di un kite. Gli aquiloni con un aspect ratio elevato volano più velocemente, si situano più vicino al bordo della finestra di volo e offrono un tempo di volo migliore. Diversamente, i modelli con un aspect ratio ridotto si contraddistinguono per la maggiore facilità con cui volano, per il rilancio più veloce e la stabilità superiore in aria in presenza di raffiche.

Per calcolare l'aspect ratio di un kite occorre dividere l'apertura alare in metri quadrati per l'area dello stesso.

Duotone Kiteboarding Aspect Ratio

Angolo di attacco

Duotone Kiteboarding Angolo di attacco

L'angolo di attacco può essere sfruttato per condizionare la potenza di un kite. Tuttavia, un angolo di attacco eccessivamente elevato può interrompere il flusso d'aria tra la superficie superiore e quella inferiore ovvero creare turbolenze nella parte posteriore del kite. Il risultato è il cosiddetto backstall. Pertanto, in generale si consiglia di evitare di tirare la barra verso di sé e di seguire invece il punto di pressione, solitamente al centro del range di depower.

Dove trovare i ricambi per il proprio kite?

A volte, è possibile che un bladder su un tubo si laceri o che si formi un foro nel tessuto del kite. I ricambi possono essere acquistati in diversi negozi di kite o dallo shop online Duotone.